Per supportare il Retriever.it con i suoi servizi d'informazione, cliccate sopra, su uno degli annunci...grazie per la vostra cortese collaborazione.
Le malattie
L'Alimentazione
Cure generali
L'età del cane
Il Test comportamentale
Genetica Retriever

Educare e Addestrare
Corsi d'Addestramento
Campi d'Addestramento
Campi per Lavoro
Gruppi Retrievers
Istruttori per Retriever
Pet Theraphy
Retr. per non vedenti
Retriever da Salvamento
Stage per Istruttori
Manifestazioni Nazionali
Manifestazioni Estere
Eventi per Retriever

Nozioni di Base
Cosa è il Pedigree
Libro Origini Italiano
Giovane Promessa ENCI
Camp. Ita. di Bellezza
Camp. Ita. di Lavoro
Camp. Ita. Riproduttore
Camp. Ita. Assoluto
Camp. Int. di Bellezza

122 - Labrador Retriever, 1903
The Kennel Club (GB)
Gruppo 8° - Cani da riporto, da cerca, da acqua

Inizialmente si chiamava "cane di Saint-John" (nome della capitale dell'isola di Terranova) per distinguerlo dall'altro cane più massiccio (il Terranova). Oggi il Labrador Retriever è sicuramente un cane di successo, lo si vede spesso al piede di noti personaggi politici, sportivi e dello spettacolo. Proprio la sua popolarità sta mettendo a dura prova il suo serio allevamento, con importazioni indiscriminate di soggetti dubbia qualità senza alcun serio controllo sanitario, "sporcando" il lavoro di anni degli appassionati nella ricerca del continuo miglioramento sanitario, morfologico e caratteriale. Simpatico sin dai primi mesi di vita, la sua popolarità non è solo dovuta agli innumerevoli spot pubblicitari, ma ad un indole ben delineata nel suo DNA. Ormai famoso in tutto il mondo, viene preso come esempio tipico del "cane" e usato per i più disparati impieghi grazie alla sua infinita voglia di mettersi in mostra accontentando colui che ama. Ha l'intelligenza di capire situazioni e momenti, intuitivo, pronto, coraggioso, insomma mai con le "zampe fra le zampe". Superbo cane da lavoro, chi ne è venuto a contatto non è più riuscito a lasciarlo, non ci credete? Provare per credere...


La Storia del Labrador, dalle origini incerte ai giorni nostri
C
on questa pagina web cerchiamo di dare un contributo nel mettere chiarezza sulle tante favole, dicerie, che soprattutto in questo secolo hanno preso piede sulle origini del Labrador Retriever. Andremo a ritroso nel tempo sino alle prime notizie certe, fino ad arrivare al suo riconoscimento ufficiale di razza.


Lo Standard del Labrador, quali i difetti morfologici
Di robusta costituzione, raccolto e molto attivo; cranio largo, torace ampio e profondo; costole larghe e ben cerchiate; largo e robusto il posteriore ed il rene. Ottimo temperamento, molto agile, eccellente olfatto, bocca morbida, molto amante dell'acqua. Adattabile e affezionato compagno, è IL CANE per antonomasia.


Gli Allevamenti italiani del Labrador Retriever
Abbiamo inserito quegli allevamenti che si sono resi disponibili ad un nostro controllo formale sulle cucciolate. Così facendo abbiamo praticamente selezionato chi da maggiore affidabilità e garanzia su i suoi Labrador e le loro cucciolate. Cultori, Amatori, Appassionati prima che Allevatori.


Le cucciolate di Labrador Retriever
È
uno spazio aperto a tutti, qui mettiamo in contatto privato tutti coloro che desiderano avere un cucciolo di Lab con coloro che cedono cuccioli di alta qualità, consigliando ad ognuno di chiedere informazioni sui piccoli (genealogia, malattie ereditarie dei genitori, prezzo, ecc...).


L'ereditarietà del colore del Labrador
In questa pagina cerchiamo di darvi la spiegazione dell'ereditarietà genetica del colore del mantello del Labrador Retriever. Cercando di far chiarezza su questo intricato e delicatissimo argomento per questa razza. Due alleli, non uno, controllano la colorazione del mantello del Labrador


© Copyright Sardegna Retrievers - Tutti i diritti riservati